Il profilo Instagram: personale o professionale, questo è il dilemma!

Il profilo Instagram: personale o professionale, questo è il dilemma!

In questo articolo affronteremo uno dei maggiori grattacapi del secolo: capire quale tipologia di profilo Instagram è il più adatto alle nostre esigenze.

Profilo personale o professionale, questo è il dilemma! Un dilemma che vorremmo evitare di affrontare, ma davvero non possiamo… perché già da questa scelta delineiamo la nostra identità per gli utenti dei social network.

I tempi in cui Instagram era solo una piattaforma di foto di würstel sulla spiaggia è finita, e noi non possiamo fare altro che rimanere al passo con tutte le sue novità!

Il profilo personale di Instagram

Hai lasciato i tuoi dati, deciso il tuo nickname e impostato l’immagine del profilo… Benvenuto su Instagram! Certo, la tua home e il tuo profilo non saranno stracolmi di contenuti né di seguiti, ma per rimediare c’è sempre tempo!

Quello che interessa a noi è la tipologia di profilo che Instagram ti ha assegnato in maniera automatica: si tratto del profilo personale, quello che viene utilizzato dagli utenti “comuni” del social, cioè da persone che usano la piattaforma per condividere foto e video con i propri amici e conoscenti, senza alcuno scopo commerciale.

Quali sono le funzionalità di un profilo personale?

Be’, sono quelle di tutti i profili Instagram: guardare i contenuti dei seguiti, pubblicare foto, reels e stories, inviare messaggi, utilizzare le tracce musicali che la piattaforma mette a disposizione (ma attenzione: ai diritti di utilizzo piace cambiare – semicit.) eccetera eccetera eccetera.

Inoltre, il profilo di tipo personale è l’unico che permette all’utente se renderlo aperto, cioè visibile a chiunque, oppure chiuso, e quindi visibile unicamente ai follower in seguito all’approvazione di una richiesta di amicizia.

Per chi è indicato l’utilizzo del profilo personale? Per farla breve: è perfetto per i “privati cittadini”, chi pubblica contenuti con il solo scopo di intrattenersi e condividere momenti digitali della propria vita con perenti, amici e conoscenti.

Il profilo professionale di Instagram

Il profilo professionale di Instagram è la seconda tipologia di profilo disponibile sulla piattaforma. È una categoria piuttosto giovane, perché è stata introdotta negli ultimi anni, ma è stata sviluppata per rispondere alle esigenze di ogni tipo di professionista.

È possibile effettuare il cambio da profilo personale a profilo professionale dalle impostazioni del proprio account e procedere in seguito alla configurazione guidata.

La prima cosa da fare è selezionare qual è l’ambito della propria attività. Nella schermata iniziale, Instagram suggerisce le categorie più comuni e diffuse, ma sulla barra di ricerca è possibile ricercare la propria categoria di appartenenza. Ce n’è per tutti i gusti… pardon, le professioni!

Dopo aver fatto la tua scelta, potrai indicare a Instagram se userai il tuo profilo per promuovere la tua azienda o per fare il creator!

Cosa hanno in comune il profilo professionale per aziende e quello per creator?

Entrambe le tipologie hanno bisogno di essere collegati a un account personale di Facebook che sia a sua volta collegato al centro gestione account, un altro tool di recentissima acquisizione su Instagram; da qui è possibile monitorare i risultati e le statistiche del profilo.

All’interno della sezione “Dashboard per professionisti” è possibile monitorare l’andamento generale della pagina e il tasso di engagement di ogni post, in modo tale da definire delle strategie di marketing digitale sulla base dei dati raccolti.

È indispensabile per i professionisti, di qualsiasi settore siano rappresentanti, avere una chiara visione del lavoro di social media marketing che si sta svolgendo, per comprendere se la strada intrapresa è quella giusta o se bisogna attuare un cambio di rotta.

A partire dall’introduzione di funzionalità di monitoraggio di statistiche sempre più dettagliate e precise, Instagram ha cominciato a configurarsi come vero e proprio strumento professionale per la crescita di brand awareness e, in alcuni casi, anche di vendita diretta.

Inoltre, Instagram non si limita a mettere a disposizione la sua piattaforma per creare i contenuti e tenere sotto controllo i risultati: infatti si offre anche come supporto per la crescita dei brand tramite una newsletter di approfondimento sugli strumenti e sulle strategie.

Cosa cambia tra il profilo professionale per aziende e quello per creator?

Fin da subito, Instagram chiede agli utenti di identificarsi come azienda o come creator. A seguito della selezione, gli strumenti forniti hanno una differenza minima, ma necessaria a rispondere alle necessità delle due diverse categorie.

  • Il profilo professionale per aziende è ideale per rivenditori, imprese locali, brand, organizzazioni e fornitori di servizi;
  • Il profilo professionale per creator è ideale per personaggi pubblici, produttori di contenuti, artisti e influencer.

E le differenze finiscono qui.

E tu, hai fatto la tua scelta?

Adesso che ti abbiamo dato tutte queste informazioni, coerenti con gli ultimissimi aggiornamenti della piattaforma, non ti resta che andare a spulciare tra le impostazioni di Instagram e aggiornare la tua categoria di appartenenza.

Il nostro servizio express di aggiornamenti digital, per oggi, finisce qui. Ma noi siamo sempre attivi sui nostri social FacebookInstagramLinkedIn.

A presto!

Altri articoli

Instant è meglio: perché il real time marketing è così efficace

Funnel marketing: cos’è e perché è così importante?

Cos’è il content marketing?

Landing page: cos’è e come crearla al meglio

TikTok: perché dovresti sceglierlo per il tuo business

Leggi tutti gli articoli
sul blog Holly!

VAI AL BLOG

Sei pronto?


SCEGLI IL SERVIZIO E PARLA CON NOI!

SVILUPPO


E-COMMERCE


PROGETAZIONE BRANDING


CAMPAGNE


META